CAFFÈ STERN

Prenota

Un angolo storico di Francia dove tutto profuma d'Italia, a partire dal caffè

Cucina

Ispirato ai bistrot moderni parigini, Caffè Stern presenta una nuova impostazione di menu che esprime l'essenza della cucina italiana. Lo chef Denis Mattiuzzi propone i piatti di Max Alajmo realizzati con le migliori materie prime del mercato. Oltre a queste proposte legate alla stagione, sono presenti i grandi classici di Stern tra cui il cappuccino con ragù alla bolognese, i tagliolini all’aneto salsa di pistacchio, astice, calamari e dentice, il fegato di vitello alla veneziana con polenta fritta e l'immancabile gelato al pistacchio Stern.  

Cantina

La carta dei vini di Caffè Stern contempla molti vini, scelti tra i più importanti produttori italiani e internazionali. Gli ospiti possono facilmente ricercare i vini nella carta digitale su iPad, sia per area di provenienza, vitigno o prezzo.

Caffè

Stern, storico atelier d'incisione sin dal 1834, Monumento Nazionale situato nel cuore della città al 47 di Passage des Panoramas, dal 2014 è un "caffè all'italiana" grazie a un'intuizione maturata dai fratelli Alajmo insieme a Gianni Frasi, celebre torrefattore del Laboratorio Torrefazione Giamaica caffè di Verona. Sua è la miscela, creata appositamente, che viene servita nelle antiche sale. Si tratta di un caffè selezionato e controllato all'origine, i cui chicchi vengono delicatamente tostati direttamente sopra la fiamma con l'originaria macchina Vittoria di Giovanni Erbisti del 1950, l'unica macchina ancora in uso oggi dal dopoguerra.

La squadra

La cucina è affidata a un allievo di Max, Denis Mattiuzzi, che è stato al suo fianco per più di 10 anni nelle cucine de Le Calandre e poi del Ristorante Quadri. Lo staff è composto da una squadra giovane e dinamica guidata da Eufemia Demuro, in qualità di restaurant manager.

Storia

ll Passage des Panoramas a pochi passi dall'Opera è il più vecchio dei passage parigini, uno dei diciassette sopravvissuti alla rivoluzione urbanistica di Haussmann (avvenuta nel ventennio tra il 1850 e il 1870), che fu la causa della loro massiccia scomparsa e della nascita, sulle ceneri di questi, dei primi “Grands Magasins”. Qui, nel 1834, venne fondata la ditta Stern & Aumoitte da Anselme Aumoitte e da un giovane e raffinato incisore, Moïse Stern. Negli anni la Maison Stern ha avuto tra i suoi più rilevanti clienti l'Eliseo - per la stampa dei menu e degli inviti - ma anche molte ambasciate, famiglie della nobiltà internazionale, oltre a svariate grandi imprese francesi e straniere. Nel settembre 2008 la Maison Stern lascia il Passage e si trasferisce al 131 rue du Faubourg Saint-Honoré. Nel settembre del 2014, dopo due anni di scrupolosi restauri conservativi che hanno mantenuto intatto il fascino dei locali, Stern rinasce a nuova vita diventando un raffinato caffè bistrot all'italiana che si propone di offrire ai suoi clienti l'eccellenza di sempre, ma questa volta declinata a tavola e non più nella carta stampata.

Chiuso dal 31 luglio al 24 agosto, riapre il 25 agosto a cena.