LE CALANDRE

PRENOTA

"La cucina è paragonabile ad un ago che attraversando ripetutamente piccoli fori tende un filo così sottile e resistente da renderci tutti inconsapevolmente legati." - Max Alajmo

FLUIDITÀ

Leggerezza, profondità dei sapori, fluidità, rispetto degli ingredienti per cogliere l’essenza della materia sono i principi di cucina cari a Max. Il menu si ispira agli ingredienti di stagione ed è una mappa che conduce ad un'esplorazione multisensoriale.

MENU

Il menu si articola in tre percorsi degustazione: "Classico", "Max" e "Raf". Ognuno conduce a una diversa visione della cucina di Max. Gli ospiti sono anche liberi di creare il proprio percorso di 2, 3 o 4 portate, scegliendo tra i vari piatti.

CANTINA

La cantina de Le Calandre si è formata e continua ad evolversi grazie alla ricerca, portando a scoprire e approfondire realtà, produttori e zone enoiche di tutto il mondo.

“I vini bevibili soprattutto con amore sono come le belle donne, differenti, misteriosi e volubili, ed ogni vino come una donna va preso. Comincia sempre col rifiutarsi con garbo o villania, secondo temperamento e si concede solo a chi aspira alla sua anima, oltre che al suo corpo. Apparterrà a colui che la scoprirà con delicatezza.” - Luigi Veronelli

SQUADRA

La brigata di cucina si caratterizza per professionalità, affiatamento e amicizia. Braccio destro di Max è il sous chef Diego Magro, da molti anni nel mondo Alajmo. In sala, Andrea Coppetta Calzavara, maître e direttore, si ispira e insegna alla sua squadra il principio di Raf: “Cura ogni cliente come fossi tu stesso, senza trascurare alcun dettaglio”. Ad affiancarlo, Giandomenico Ruggero e il sommelier Matteo Bernardi.

Sala da cucina

Con il restauro della sala si è cercato di dare continuità alla filosofia di cucina creando un'atmosfera multisensoriale che contribuisca ad amplificare l'esperienza gastronomica. Tavoli, bicchieri, posate, lampade, disegnati dai fratelli Alajmo in collaborazione con alcuni artigiani italiani, sono stati pensati e realizzati per condurre l’ospite in un vero e proprio viaggio attraverso i sensi.

Storia

Cuore pulsante e laboratorio di ricerca del gruppo Alajmo, Le Calandre viene aperto nel 1981 da Erminio Alajmo e Rita Chimetto. Nel 1994 il testimone passa ai figli Massimiliano e Raffaele, Max in cucina e Raf in qualità di manager. Nel 2003 il ristorante viene insignito delle tre stelle Michelin, rendendo Max il più giovane chef al mondo ad aver ricevuto tale riconoscimento. Successivamente viene inserito nella classifica dei “The World’s 50 Best Restaurants” di cui è parte da oltre 10 anni.

Martedì solo a cena: 20-22
Da mercoledì a sabato: 12-14 / 20- 22.

A partire dal 6/8/2021 l’accesso ai tavoli al chiuso di tutti i nostri locali sarà consentito previa verifica da parte del personale incaricato che tutti gli ospiti siano in possesso della certificazione verde (cosiddetto Green Pass). L’obbligo del possesso della certificazione non si configura per i minori di 12 anni e per le persone esenti sulla base di idonea certificazione medica.

Gli ospiti provenienti da un paese dell’Unione Europea (UE) dovranno quindi esibire:

- Green Pass
oppure
- esito negativo di test antigenico rapido eseguito nelle 48 precedenti alla data della prenotazionecertificato di guarigione da Covid19 rilasciato nei 6 mesi precedenti alla prenotazione
oppure
- certificato di guarigione da Covid19 rilasciato nei 6 mesi precedenti alla prenotazione

Gli ospiti provenienti da un paese fuori dall’Unione Europea (Extra-UE) dovranno invece esibire:

- La certificazione relativa al completamento del ciclo vaccinale con uno dei quattro vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA): Comirnaty di Pfizer-BioNtech, Moderna, Vaxzevria (AstraZeneca), Janssen (Johnson & Johnson).
oppure
- Esito negativo di test antigenico rapido, eseguito nelle 48 ore precedenti la data della prenotazione

Il ristorante rimarrà chiuso da martedì 10 agosto a giovedì 2 settembre 2021 con riapertura a cena. 

Nel nostro ristorante non imponiamo agli ospiti un codice di abbigliamento, tuttavia chiediamo la cortesia di non indossare shorts o ciabatte.

Accogliamo con piacere i bambini ma amiamo anche la tranquillità nel nostro ristorante. Gli ospiti con bambini sotto gli 8 anni saranno accomodati in saletta privata, se disponibile. Vi informiamo anche che non disponiamo di seggioloni. In ogni caso, qualora decideste di portare i bambini con voi, vi chiediamo di prestare la massima attenzione al rispetto degli altri ospiti.

In linea di massima gli animali non sono ammessi nel nostro ristorante. Per particolari richieste, vi preghiamo di contattarci per tempo.